Jeune Premier Cartelle: W la Scuola

sabato, marzo 10, 2018


La scelta della cartella per la scuola e dello zainetto per l'asilo è un momento difficile. Orientarsi sullo standard o optare per un modello più originale e creativo? La tendenza in questi ultimi anni è di certo personalizzazione. Per settembre la soluzione più cool ve la offre Jeune Premier



Hélène Fransen nel 2012 ha creato una propria cartella per sua figlia visto che nessuna in commercio soddisfaceva il suo gusto. Così è nato il brand Jeune Premier: dal desiderio di una madre di regalare al figlio un accessorio unico, originale e creativo. L'idea è diventata un vero business e negli anni successivi Jeune Premier ha venduto oltre 100.000 cartelle. 


La collezione Jeune Premier Cartelle conquista i bambini per la vivacità dei colori e delle stampe, ma anche per le rifiniture assolutamente originali. I genitori le adorano per la qualità dei materiali e quel sapore retro che ricorda loro i tempi andati. Potrebbe interessarvi anche la nuova collezione di accessori Stella McCartney Kids primavera estate 2018 che abbiamo proposto nei giorni scorsi. 

Jeune Premier Cartelle dove acquistarle 

Uno stile unico che dalla terra belga è arrivato a conquistare tutto il mondo. I rivenditori del marchio oggi sono distribuiti in 15 Paesi, tra cui l'Italia. 
Le cartelle Jeune Premier possono essere acquistate in diversi negozi italiani elencati qui di seguito e online

  • Fuskia
    Via Aldo Moro, 31 70015 Noci 
  • Baby Lab
    Viale Piave, 22 59100 Prato 
  • Il minotauro
    via del pellegrino, 110 00186 Rome
  • Puffo Baby
    Via Francesco P. Volpe, 23 84122 Salerno
  • Bassetto Bimbi
    Viale Vicenza, 73 36063 Marostica
  • Mini Ampere
    via Ampère, 55 20131 Milano
  • Renato Pagano
    Via Magenta, 53/75 81031 Aversa
  • La Terra Dell'Orso
    Via Canonica, 1 44121 Ferrara
  • Baby Bottega
    Via Prato, 53-55 R 50123 Firenze
  • Inferno
    Via Lucana, 24 75100 Matera
  • Le Civette sul Como
    Via A. Vannucci, 2 20135 Milano

Non vi fanno desiderare di tornare tra i banchi di scuola? 

Potrebbe interessarti anche

0 commenti

Like us on Facebook

Subscribe